Percorso

Programma ufficiale depositato in comune

Chi siamo

La lista civica INNOVA MOZZO nasce dalla volontà di cittadine e cittadini di Mozzo che sono profondamente interessati al benessere della comunità in cui vivono. L’impegno che esprimono si ispira ad una visione della politica come servizio, con un mandato revocabile e a tempo determinato, giustificato solamente dalla responsabilità verso i compiti assunti.

E’ una lista civica che nasce al di fuori dei partiti. La scelta attuale è quella di mettere al centro di ogni azione un interesse esclusivamente civico, vogliamo rinnovare i contenuti delle azioni amministrative e cambiarne i metodi: immaginiamo una politica comunale in cui i cittadini sono protagonisti delle scelte che riguardano il loro paese. L’informazione e la trasparenza sono i requisiti irrinunciabili per attivare una vera partecipazione: non si può partecipare se non si conoscono i problemi, non si può condividere se le regole non sono chiare e scelte non sono libere da interessi particolaristici.

Non pensiamo di operare stravolgimenti, ma opereremo con una forte carica riformatrice che migliori le situazioni già funzionanti e introduca discontinuità rispetto a quei contenuti che abbiamo individuato critici e necessari di cambiamento.

Per la persona

La famiglia sarà al centro del nostro lavoro. Bambini, giovani, anziani… tutti possono

in un periodo della propria vita trovarsi ad affrontare difficoltà più o meno temporanee. E’ importante trovare competenze,   risorse e strumenti per superarle.

L’obiettivo importante che Innova Mozzo si propone di raggiungere è la creazione di un servizio sociale stabile che si avvalga di un professionista competente, assunto in pianta organica, capace di ascoltare il territorio e interagire con esso, partecipare all’organizzazione dell’Ambito territoriale e promuovere forme di collaborazione tra le associazioni del paese.

 

Le azioni:

Valorizzare e intensificare i rapporti con l’ambito socio-sanitario per la fruizione di servizi a sostegno delle neomamme e della genitorialità.

Garantire interventi a sostegno e/o in continuità con le convenzioni in atto per la valorizzazione di servizi rivolti alla prima infanzia (asili nido).

Sostenere progetti ludici e ricreativi nel periodo estivo, in collaborazione con

le realtà dell’associazionismo e la Parrocchia

Trovare l’accesso immediato alle forme di sostegno per le famiglie in difficoltà previste dall’Ambito di Dalmine.

Convocare un tavolo delle aziende del territorio per ricercare soluzioni alla perdita del posto di lavoro.

Attuare un protocollo di collaborazione con la Caritas e le altre realtà provinciali.

Attivare per gli anziani interventi a sostegno della domiciliarità, in collaborazione con

l’associazionismo, con l’obiettivo di ridurre al minimo la loro presenza in strutture ospedaliere o case di cura.

Garantire il servizio di assistenza domiciliare, i pasti a domicilio, il telesoccorso,il trasporto sociale.

Valorizzare e riqualificare il Centro Sociale.

Collaborare con la scuola e i servizi specialistici per garantire un’adeguata assistenza all’alunno disabile e la definizione di percorsi futuri al termine del ciclo scolastico in accordo anche con le linee guida dell’Ambito territoriale;

Lavorare con soggetti diversi del territorio e non per attuare d un programma di accompagnamento e inserimento della persona disabile nel mondo del lavoro.

Creare l’Albo e la Consulta delle associazioni, trovare un luogo “in comune e nel comune” dove le associazioni s’incontrano e lavorano.

Per la scuola e la cultura

Crediamo che insieme si possono fare grandi cose perciò invitiamo tutti i cittadini di Mozzo a fondare una nuova cultura nel nostro paese. Crediamo fondamentale la collaborazione con tutte le agenzie culturali del territorio: dalla biblioteca, alle scuole con i loro organi collegiali, all’oratorio, alle associazioni, il contributo di tutti diventerà mezzo indispensabile per rilanciare occasioni di conoscenza, di formazione, di crescita e di “ buon tempo libero” anche in momenti economicamente non favorevoli.

Primaria importanza verrà data alle istituzioni scolastiche del territorio. Il loro buon funzionamento sarà il nostro obiettivo fondamentale. Consapevoli delle difficoltà in cui si dibatte la scuola a causa dei recenti tagli e ridimensionamenti, sarà nostro compito sostenere l’azione educativa utilizzando al meglio ogni risorsa.

Le azioni:

Diffondere la storia e le tradizioni di Mozzo fra gli abitanti, per tessere relazioni e per costruire un patrimonio comune.

Promuovere opportunità diffuse e accessibili quali eventi, incontri e dibattiti sui temi di attualità, del vivere sociale e della grande cultura (letteratura, arte, musica).

Impegnarsi nella realizzazione dei progetti educativi delle scuole.

Mantenere e migliorare i servizi extra scuola e di supporto agli alunni in difficoltà.

Ottimizzare i servizi monitorandone continuamente l’efficacia : mensa di qualità, piano trasporto alunni per i più lontani ed i più piccoli,manutenzione programmata e tempestiva delle strutture scolastiche e degli spazi verdi di pertinenza.

Collaborare con il Comitato dei Genitori al fine di recepire i bisogni e individuare insieme strategie di intervento.

Operare in stretta collaborazione con l’assessorato servizi alla persona per tutte le problematiche relative al disagio, all’integrazione e alla disabilità.

Istituire una Commissione Giovani che s’interfacci direttamente con l’amministrazione per studiare e realizzare progetti autogestiti di aggregazione.

 

Per il territorio e l’ambiente

Il territorio è un bene “finito”: questo significa attribuire un alto valore sociologico, ambientale, economico al suolo. Ogni scelta che ha un’incidenza sul territorio e sull’ambiente, va ponderata secondo i principi della sostenibilità ambientale perciò la competenza è lo strumento essenziale che anticipa la politica nella valutazione delle scelte e delle decisioni.

Il comune deve essere protagonista del risparmio energetico con l’efficientamento e la razionalizzazione dei consumi privati e pubblici. I servizi erogati sul territorio nei diversi settori, dalla mobilità al sociale, alla polizia locale, agli sportelli comunali, possono e devono organizzarsi con una visione intercomunale che riduce i costi e migliora il servizio.

 

Le azioni:

Operare le trasformazioni importanti sulla base dell’ interesse collettivo secondo criteri di minimizzazione dell’impatto ambientale e paesaggistico, della polifunzionalità, dell’analisi oculata costi/benefici .

Limitare lo sviluppo edilizio e urbanistico a favore della riqualificazione e del recupero

Perseguire azioni volte alla mobilità sostenibile per disincentivare l’utilizzo dell’auto privata e favorire una mobilità con basso impatto ambientale e veicolare

Realizzare un Piano Urbano del Traffico per razionalizzare la rete stradale con l’obiettivo della sicurezza degli utenti

Costruire rapporti strategici con i paesi limitrofi per la migliore distribuzione del traffico veicolare e per giungere all’obiettivo di un servizio metropolitano lungo la ferrovia Bergamo - Ponte San Pietro.

Valorizzare il territorio di Mozzo che riserva riserva notevoli ricchezze paesaggistiche e naturalistiche secondo un piano a vocazione turistica locale coordinato con l’ente Parco dei Colli.

Mantenere e implementare i servizi pubblici disponibili, adeguare la dotazione delle attrezzature in funzione del bisogno rilevato (centro diurno anziani)

Per l’istituzione Comune

La crisi economica si ripercuote sui comuni ed in generale su tutti gli enti locali per questo diventa indispensabile l’utilizzo razionale delle risorse economiche a disposizione della comunità per liberare energie e denaro verso altri progetti.

L’azione amministrativa non può sostituirsi ai cittadini e alle associazioni, bensì li affianca e li sostiene nel loro lavoro. La qualità dei servizi resi ai cittadini dipende anche dall’organizzazione del comune

 

Le azioni

Riorganizzare  la macchina amministrativa applicando il principio della riduzione dei costi e della lotta agli sprechi.

Valorizzare le professionalità e le competenze interne.

Aggiornare alcuni regolamenti comunali con il fine di renderli più aderenti alla realtà sociale e normativa.

Informare i cittadini sulle questioni che li coinvolgono attraverso assemblee pubbliche e nuovi strumenti di consultazione e di comunicazione

Istituire e valorizzare le Commissioni consultive

Dotare il Comune di un giornale  a  cadenza bimestrale, di un sito internet aggiornato e funzionale , di uno sportello dedicato con aperture agevolate.

Per la sicurezza

La sicurezza personale e collettiva è una priorità assoluta.Per noi rendere il paese più sicuro vuol dire incominciare a concepire la sicurezza come indice di qualità della vita determinato da una serie di fattori che non sempre sono elementi di criminalità effettiva, ma comprendono anche i danneggiamenti dei beni privati e pubblici, il rispetto dell’ambiente e del territorio, la sicurezza stradale e e non ultimo l’abusivismo in tutte le sue manifestazioni.

 

Le azioni:

Studiare anche in collaborazione con specialisti del settore, il modo più vantaggioso ed economico di utilizzare al meglio gli impianti di videosorveglianza in essere.

Utilizzare nuove tecnologie a basso consumo, come luci al led, o alimentate da fonti rinnovabili, per illuminare ogni parte del paese

Potenziare i servizi di controllo in forma consortile con i comuni limitrofi

Educare alla legalità in collaborazione con tutte le altre agenzie educativa del territorio