Percorso

Gruppo di lavoro “ Cultura e Scuola”

Lista civica Innova Mozzo

Elezioni amministrative comunali 2012

 

 

GRUPPO CULTURA E SCUOLA

Sviluppo delle linee programmatiche

 

Premessa.

 

Crediamo che insieme si possono fare grandi cose perciò invitiamo tutti i cittadini di Mozzo a fondare una nuova cultura nel nostro paese. Crediamo fondamentale la collaborazione con tutte le agenzie culturali del territorio: dalla biblioteca, alle scuole con i loro organi collegiali, all’oratorio, alle associazioni, il l contributo di tutti diventerà mezzo indispensabile per rilanciare occasioni di conoscenza, di formazione, di crescita e di “ buon tempo libero” anche in momenti economicamente non favorevoli.

Primaria importanza viene data alle istituzioni scolastiche del territorio. Il loro buon funzionamento è il nostro obiettivo fondamentale. Consapevoli delle difficoltà in cui si dibatte la scuola a causa dei recenti tagli e ridimensionamenti, sarà nostro compito sostenere l’azione educativa utilizzando al meglio ogni risorsa umana, sociale, associativa ed economica presente sul territorio.

Vogliamo che la scuola recuperi il ruolo centrale nella costruzione della comunità e del sistema di relazione tra i cittadini e per questo è necessario restituire alla scuola tutte le risorse necessarie per migliorare. Uno degli aspetti fondamentali che concorre alla qualità del sistema scolastico è il rapporto positivo che si stabilisce tra scuola, utenza ed Ente Locale in termini di dialogo e di collaborazione.

Riteniamo che per sostenere un’adeguata relazione tra i diversi soggetti coinvolti sia necessario favorire sempre la partecipazione attiva degli insegnanti, dei genitori, dei tecnici scolastici in una logica di coinvolgimento diretto e di valutazione delle esperienze che produca scambio, elaborazione e progettazione educativa.

 

Cultura.

Costruire una proposta culturale che parta dalla realtà locale e si apra ai progetti culturali della città attraverso una commissione permanente che elabora proposte, diviene promotrice di cultura e coordina tutte le manifestazioni.

 

ü  Diffondere la storia e le tradizioni di Mozzo fra gli abitanti, per tessere relazioni e per costruire un patrimonio comune.

ü  Coordinare le iniziative culturali esistenti sul territorio nel rispetto dell’identità e dell’autonomia delle singole agenzie culturali e del volontariato.

ü  Valorizzare i presidi esistenti quali la biblioteca, la scuola, la parrocchia e le associazioni culturali.

ü  Offrire spazi e visibilità alle espressioni creative degli abitanti con particolare attenzione a quelle dei giovani.

ü  Promuovere opportunità diffuse e accessibili quali eventi, incontri e dibattiti sui temi di attualità, del vivere sociale e della grande cultura (letteratura, arte, musica).

ü  Istituire corsi di formazione permanente in collaborazione con i comuni limitrofi.

ü  Avviare un monitoraggio, in costante aggiornamento, di tutte le attività sul territorio che offrono proposte culturali, ricreative, sportive, formative.

 

Scuola.

Pensare il territorio quale “città educante” impegnata a dare risposte alle nuove generazioni e alle loro richieste.

Istituire un Tavolo per la scuola, come unico organismo in cui compaiono gli amministratori, che fornisca consulenza in merito alle politiche del diritto allo studio, esamini i progetti finanziati, sia collegamento fra l’amministrazione comunale, le scuole del territorio e le famiglie, individui le soluzioni ai problemi tecnici inerenti al sistema scolastico del paese. Ogni altro organismo scolastico lavorerà autonomamente perché solo dalla pluralità delle proposte e delle idee può scaturire una progettualità più ricca.

 

ü  Sostenere le famiglie nell’educazione dei figli considerando la scuola il luogo privilegiato del dialogo, dell’incontro, dell’integrazione, del superamento del divario socio-culturale e dell’orientamento nella vita.

ü  Valorizzare le offerte formative e impegnarsi nella realizzazione dei progetti educativi delle scuole.

ü  Mantenere e migliorare i servizi extra scuola e di supporto agli alunni in difficoltà.

ü  Ottimizzare i servizi monitorando continuamente l’efficacia e la corrispondenza ai bisogni degli utenti: mensa di qualità, piano trasporto alunni per i più lontani ed i più piccoli.

ü  Manutenzione programmata e tempestiva delle strutture scolastiche e degli spazi verdi di pertinenza, analizzando gli indicatori di sicurezza delle strutture stesse e la loro adeguatezza alle esigenze scolastiche.

ü  Collaborare con il Comitato dei Genitori al fine di recepire i bisogni e individuare insieme strategie di intervento.

ü  Operare in stretta collaborazione con l’assessorato servizi alla persona per tutte le problematiche relative al disagio, all’integrazione e alla disabilità.

ü  Definire programmi di sostegno economico per chi ha difficoltà a procedere con l’istruzione superiore attraverso meccanismi di responsabilizzazione degli studenti e delle loro famiglie.